Crea sito

COMUNICATO STAMPA NODO ANAGNINA

novembre 10, 2018 Mobilità e Trasporti

Anagnina: da Nodo di scambio a Nodo di strangolamento

 
La criticità del nodo di Anagnina l’abbiamo posta in evidenza già da diversi anni a tutte le Amministrazioni comunali fin qui succedutesi. Per tutta risposta l’attuale Giunta capitolina pensa di trasformare il terminal di Anagnina in un nodo scorsoio per il quadrante sud-est della Capitale, e non solo. Infatti, come abbiamo appreso dai giornali, con una delibera di Giunta l’amministrazione comunale vorrebbe trasferire ad Anagnina le linee dei bus nazionali e internazionali attualmente dislocate presso la stazione Tiburtina. La spesa prevista per questa insana dislocazione, circa 600.000 euro Iva compresa, la dice lunga sull’approssimazione ridicola di questa scelta.
Ci aspettavamo che quanto prima ci si proponesse un progetto razionale che affrontasse la situazione del terminal di Anagnina e dei relativi collegamenti viari già oggi al collasso, tenendo conto che è uno degli ingressi alla città ove confluiscono giornalmente decine di migliaia di cittadini provenienti dall’hinterland ed oltre e dove – ultimo ma non per ultimo – ci sono anche i capolinea dei bus urbani interessanti i quartieri extra GRA del VII Municipio. Tutte queste persone vengono sospinte in un budello con una viabilità da circo equestre. Invece di una risposta positiva la Giunta ci catapulta una decisione dall’alto, senza alcuna consultazione dei cittadini interessati, e nemmeno di quel mondo di pendolari provenienti dalle regioni confinanti con il Lazio che attualmente raggiunge la stazione Tiburtina. La Giunta sappia che la sua decisione non solo non trova il nostro consenso ma che ci posizioneremo per una lotta forte e determinata che faccia prevalere la razionalità ed il buon senso. E su questa posizione chiediamo che si attesti anche il VII Municipio, quale ente di prossimità che ci rappresenta.
A breve invieremo una richiesta d’incontro urgente alla Giunta comunale, affinché affronti con le realtà locali, che rappresentiamo, e con le rappresentanze dei pendolari, una situazione che dimostra di non conoscere o comunque di sottovalutare fortemente.
 
Lunedì mattina alle 11 parteciperemo alla conferenza stampa indetta sul piazzale antistante la Stazione Tiburtina dal Presidente vicario della Regione Abruzzo e dai rappresentanti dell’Anci territoriale di quella Regione, per denunciare la “forte preoccupazione e contrarietà dei pendolari abruzzesi alla delibera della Giunta del Comune di Roma”. Contrarietà che è anche la nostra.
 
Comunità Territoriale del VII Municipio
 
COORDINAMENTO DEI COMITATI DI QUARTIERE: Appio Alberone; Arco di Travertino; Campo Romano; Casilina Vecchia- Mandrione; Centroni-Villa Senni; Cinecittà Est–Cinest; Don Bosco; La Strada; Morena; Mura Latine; Nuova Tor Vergata; Osteria del Curato; Piscine di Torrespaccata; Porta Asinaria; Torre di Mezzavia; Vermicino; Statuario- Capannelle; Gregna S Andrea; Tor Fiscale ’88; Villaggio Appio
e delle ASSOCIAZIONI: Consulta InaCasa-Quadraro; Insieme Fidam CFR; Centro di Ascolto L’Ellisse; Comitato Cittadini di Viale Tito Labieno; Comitato di zona Quarto Miglio-Appia Antica; Comitato per il Parco della Caffarella; La Torre del Fiscale; Comitato 3NO; Nuova Tor Vergata- Vivi il Parco; Comunità Appia; Insieme per Villa Lazzaroni; Amici Villa Lais; Ponti per il Futuro; Motoperpetuo