Crea sito

COMUNICATO STAMPA

Marzo 31, 2015 Politica

La Seduta di Consiglio del Municipio VII del 31 marzo 2015 è stata annullata per mancanza del numero legale


Questa mattina, sorprendentemente, il Consiglio municipale, convocato per discutere, tra l’altro, due risoluzioni: una sui Consorzi per le opere a scomputo, l’altra sul rilancio dei Piani particolareggiati delle zone “O”, già approvate dalla Commissione Urbanistica dopo un lavoro condiviso il 9 marzo scorso, non ha raggiunto il numero legale.
Erano presenti dieci Consiglieri. Al di là delle assenze fisiologiche, è apparsa chiara la non presenza politica della maggioranza del PD e del Centrodestra.
E’ nota a tutti l’importanza dei temi che dovevano essere discussi, che riguardano la vita dei cittadini delle ex borgate e dei quartieri che le comprendono, e anche i risvolti di trasparenza e buona amministrazione inerenti, in particolare, i Consorzi per le opere a scomputo.
Appare evidente che l’esito negativo del Consiglio di questa mattina, che ha indotto il Presidente Ascenzo Villa a riproporre i medesimi punti all’ordine del giorno della Seduta consiliare del prossimo 9 aprile, è dovuto a contrasti politici  esistenti all’interno e fra le forze politiche, non riguardanti le problematiche in discussione.

A maggior ragione, la cosa è inaccettabile per i cittadini, la Comunità Territoriale e per i Comitati di quartieri ad essa aderenti. Inaccettabile perché i problemi del Territorio non possono divenire ostaggio della pur legittima dialettica politico-istituzionale. Quando ciò accade a soffrirne è la cittadinanza che dalla politica si aspetta la risoluzione dei problemi.
Ci auguriamo che al prossimo Consiglio prevalga la responsabilità da parte di coloro che sono stati eletti e delegati dai cittadini per impegnarsi a dare risposte alle necessità del Territorio.

Comunità Territoriale del VII Municipio