News dal PRINT Ciampino Xa2

luglio 23, 2014 Urbanistica

Recentemente la Comunità Territoriale del VII Municipio aveva relazionato (clicca qui) sulle iniziative intraprese fin da ottobre dello scorso anno sul tema del PRINT Ciampino Xa2.

A seguito della pubblicazione del bando preliminare (clicca qui) la Comunità Territoriale ha prodotto entro i termini previsti le proprie osservazioni (clicca qui).

Riteniamo doveroso aggiornare sugli ultimi sviluppi, rapidamente succedutisi nei giorni scorsi.

Il girono 3 luglio la Giunta del VII Municipio produce una memoria (clicca qui) contenente anche una relazione tecnica del 26 giugno condivisa tra tecnici municipali e dipartimentali sulla previsione di sviluppo degli oneri concessori.

Il giorno 9 luglio tale atto viene bocciato dalla Commissione Urbanistica Municipale.

Il giorno 10 luglio il Consiglio del VII Municipio istituisce una Commissione speciale sui PRINT che di fatto esautora, per tale ambito di competenza, la Commissione Urbanistica municipale.

Il giorno 17 luglio veniamo convocati dalla Commissione VIII del Comune di Roma che produce un atto di indirizzo politico (clicca qui) inviato agli organi comunali e municipali competenti.

Il giorno 22 luglio assistiamo ai lavori della Commissione speciale sui PRINT che produce una risoluzione (clicca qui) che sarà portata a votazione nella seduta di Consiglio di domani, 24 luglio.

Sempre nella stessa seduta è all’ordine del giorno anche una mozione (clicca qui) sul medesimo tema del PRINT Ciampino.

 

Risulta abbastanza evidente come si sia entrati in una fase cruciale.

Come Comunità Territoriale del VII Municipio riteniamo che il Consiglio Municipale abbia un delicato e gravoso compito da assolvere.

Gli atti prodotti, seppur tutti in un periodo molto concentrato, danno la possibilità di valutare le problematiche sotto tanti punti di vista, da quello dei proponenti privati, a quello delle realtà territoriali passando per le istituzioni sia comunali che di prossimità.

Ora è giunto il momento di fare sintesi. Se questo PRINT s’ha da fare (e ad oggi la delibera comunale 272/2013 ed i successivi passaggi non risultano essere stati impugnati pur essendo passati al vaglio del Segretariato Generale) allora facciamolo bene. Sarà un percorso lungo e difficile visto che a Roma non si hanno esperienze in tal senso ma il territorio potrebbe trarne grande benificio, in un quadrante di città fragile e bisognoso di adeguata ristrutturazione infrastrutturale e di servizi.