Crea sito

Report incontro Presidente e Giunta VII Municipio

maggio 19, 2017 AmbienteMobilità e TrasportiPoliticaUrbanistica

REPORT INCONTRO DEL 18/05/2017

La Comunità Territoriale del VII Municicipio ha incontrato ieri la Presidente Monica Lozzi e la sua Giunta per fare il punto della situazione, a distanza di sei mesi, sui temi sollevati dai vari Comitati di Quartiere ed Associazioni aderenti alla Comunità Territoriale.

Sul tema dei Consorzi Opere a Scomputo la Presidente ci ha informato che, a partire dal nuovo schema di convenzione elaborato nella precedente consiliatura comunale, si sta provvedendo ad una revisione di tale schema con l’intento di far passare tramite l’organo del Consiglio Municipale ogni decisione riguardante le opere a scomputo che i Consorzi debbono realizzare sui territori interessati.

Attualmente i Consorzi hanno problemi di carattere tecnico, a seguito della entrata in vigore del nuovo codice degli appalti, ad appaltare le opere e quindi l’amministrazione centrale con il sostegno del SIMU (Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana) che fungerà da stazione appaltante per l’attuazione dei progetti potrà controllare meglio questi ultimi. Per il nostro territorio sono previsti due interventi nel quadrante di Centroni ed uno in quello di Gregna.

Sul tema dei PRINT, quello industriale XA2 di Ciampino al momento è fermo al palo, mentre è stata varata una risoluzione municipale per quello G7 (ad Osteria del Curato). Il PRINT di Torre del Fiscale (che era già arrivato alla fase finale dovendo solo essere pubblicato dal Dipartimento) richiede una nuova risoluzione municipale finalizzata alla verifica delle opere pubbliche necessarie.

Per il quadrante di Osteria del Curato la BCC (Banca Credito Cooperativo) ha interamente versato gli oneri previsti nelle casse comunali e finalizzati alla realizzazione del famoso “riccio”, ossia della possibilità di accesso diretto al GRA alla altezza della “variante dei lampadari”. Ci sono ancora problemi di carattere tecnico per la realizazione di tale opere di viabilità.

Nella medesima zona della “variante dei lampadari” (opera che doveva essere temporanea ed attuata nel 1999 per il Giubileo del 2000 e che consiste nell’aver deviato il percorso del GRA a causa della attività industriali presenti (all’epoca soprattuto rivendite di luci e lampadari) l’ANAS sta procedendo alla elaborazione di un progetto definitivo per la rimessa in sede del GRA e per la ristrutturazione del sottopasso di Lucrezia Romana (utilizzato in modo precario sai da pedoni che ciclisti).

Per il quadrante del Mandrione è stato illustrato il progetto di viabilità a senso unico. D’accordo con la Presidente il locale Comitato di Quartiere ha chiesto un ulteriore approfondimento “sul campo” prima di procedere.

Per la zona di Arco di Travertino, contrariamente agli annunci del passato, la ASL ha dichiarato di non avere interesse a portare una propria sede presso la struttura coperta realizzata (e costata circa 25 milioni di euro) adiacente alla fermata della metro e degli autobus ed ora lasciata in stato di abbandono.

Il locale Comitato di Quartiere evidenzia che, a prescindere dal mancato interesse della ASL, il quadrante dopo la chiusura delle sede di Via Baldanzellu, è rimasto senza presidi sanitari.

Per il Punto Verde Qualità di Via Rocca di Papa veniamo informati che la convenzione con l’operatore non è stata revocata e quindi il Municipio ha richiesto l’apertura e la manutenzione a cura del concessionario della area verde. Di tale area il Municipio sarebbe comunque propenso a prendersene carico, visto anche il totale stato di degrado ed abbandono.

Sulla ipotesi, uscita di recente sulla stampa, di un senso unico lungo Via di Passolombardo veniamo informati dall’assessore competente che trattasi solo di una delle tante ipotesi al vaglio e facente parte di un progetto più ampio di revisone della viabilità e mobilità di quel quadrante. Il Comitato di Quartiere di Nuova Tor Vergata evidenzia come tale senso unico precluderebbe l’attuale transito in doppio senso della linea urbana atac e come tale senso unico renderebbe Via di Passolombardo una strada adatta per essere percorsa ad alta velocità, aumentandone la pericolosità.

La Presidente ci informa che attualmente si sta predispondendo una mappatura a livello municipale degli immobili pubblici. Tale mappatura non esiste ancora per le convenzioni urbanistiche, altro tema caro alla Comunità Territoriale.

A seguito degli incontri avuti dai CdQ con la commissione trasporti municipale si è predisposto un progetto sottoposto poi alla Agenzia della Mobilità per la “razionalizzaizone” delle linee ATAC che si attestano al deposito di Tor Vergata.

Poichè tale razionalizzazione è al momento sembrato un eufemismo che nasconde in realtà solo tagli di chilometri e di linee a discapito degli utenti abbiamo chiesto se ci siano ancora margini di ridiscussione del progetto presentato dalla Agenzia della Mobilità. In tale senso i Comitati verranno riconvocati dalla competente commissione municipale per un secondo passaggio.

Per la ipotesi, che ha ripreso forza negli ultimi mesi a seguito di dichiarazioni di interesse da parte delle Ferrovie di Stato, del quadruplicamento della “bretella merci” Roma-Formia alla altezza del Quadraro e fino a Capannelle (previsto poi ulteriore raddoppio tra Capannelle e Ciampino) il Municipio porterà alla attenzione dei cittadini il progetto presentato da RFI.

Sul tema degli usi civici veniamo informati che si sta predisponendo un tavolo di lavoro con il Comune di Frascati, indispensabile per realizzare servizi in zone come Gregna S Andrea. Il locale Comitato di Quartiere fa presente la necessità di rendere sicure, con marciapedi o parapedonali, almeno le vicinanze dei plessi scolastici.

Sul tema della raccolta differenziata dei rifiuti il Municipio organizzerà un incontro con i referenti tecnici e gli assessori competenti per pubblicizzare il piano di raccolta dei rifiuti. Si sta spingendo per ottenere una isola ecologica ogni 20000 abitanti (anche nel nostro quadrante si stanno cercando le aree idonee) così come la richiesta di poter disporre di almeno una decina di agenti accertatori per ogni Municipio al fine di sanzionare i comportamenti scorretti dei cittadini.

Sta procedendo il progetto CRIC (centro di riuso dei materiali post consumo) nella zona di Arco di Travertino.

 

Ringraziamo la Presidente Monica Lozzi e la sua Giunta per l’incontro e per le informazioni fornite. Ovviamente come Comunità Territoriale del VII Municipio confidiamo che i molti progetti e spunti propositivi si traducano, almeno in parte, in opere a sostegno della cittadinanza.

Direttivo Comunità Territoriale VII Municipio